Naming, payoff e branding

Dare un nome a un brand, a un prodotto, a un servizio o a un progetto significa farlo vivere, dargli l’identità per uscire allo scoperto e spiccare il volo.

Il nome ha una grande responsabilità racchiusa in poche lettere o parole: deve essere ricordato facilmente, essere originale, avere un suono armonioso e portare con sé un immaginario semantico positivo e adeguato al prodotto. Un nome che “funziona” piace istintivamente e convince ad un’analisi più razionale.  Raramente un nome vincente nasce da un colpo di genio, ma è in genere il frutto di uno studio approfondito e mediato: il naming.

Il naming è un processo tanto essenziale quanto invisibile, il punto di incontro tra creatività e strategia. Il nome giusto è un biglietto da visita efficace che trasmette determinati valori ed emozioni, un’alchimia di fattori immateriali legati al brand e di valutazioni sul target, sul mercato, sui competitors, sulle reazioni che suscita in chi lo ascolta.

Nella maggior parte dei casi il naming avviene contemporaneamente alla creazione dell’identità visiva e al processo di brand identity. Il nome diventa logo e vive contemporaneamente come parola e come forma grafica distintiva.

Spesso il processo di naming  comprende anche la creazione di un  payoff, quella frase sintetica, semplice da ricordare e densa di contenuti, che sintetizza la mission e i valori fondanti dell’azienda. Hai presente quelle espressioni come “Apple – Think Different” che rimangono scolpite nell’immaginario?

 Quale valore ti offro

Il processo di naming è un’attività in cui ho maturato un ricco portfolio (che trovi poco più avanti nel testo), sia da sola nella creazione di nomi che in coppia creativa con un art director per lo studio di nome e logo, percorsi di brand identity e di rebranding.

È un’attività che svolgo con particolare passione perché rappresenta una sfida creativa all’interno di una cornice di requisiti e analisi del contesto. Creatività, attenzione e strategia sono variabili che metto in gioco nei progetti di naming.

Posso coordinare tutto il processo di naming, dall’analisi preliminare dei requisiti insieme al cliente alla fase di ricerca e brainstorming, dalla presentazione delle prime idee che poi verranno sviluppate in proposte di nomi fino alla relazione finale con cui presento le mie soluzioni e le motivo. Lavoro di preferenza con alcuni colleghi art director freelance con cui ho l’affiatamento giusto per condurre il processo di branding in armonia, completandoci e ispirandoci a vicenda.

La mia consulenza si adatta sia a piccole realtà che ad aziende grandi con prodotti complessi.

Cosa posso fare per te

Posso offrirti varie forme di consulenza:

  • Creazione del nome, anche abbinata al payoff, alla bodycopy, al logo e alla brand identity per un’azienda, un’attività, un progetto
  • Naming di un brand, di un prodotto o di una famiglia di prodotti (prevedendo l’espansione futura della gamma)
  • Ideazione del nome per un servizio, un evento, un corso
  • Proposta nome e dominio per un sito o un blog
  • Ideazione del titolo per un libro, un’opera artistica, una mostra

Mi occupo inoltre di:

  • Verificare se un nome è già utilizzato o è disponibile nell’area merceologica di riferimento
  • Verificare l’esistenza di un dominio libero
  • Guidare brainstorming e focus group
  • Rinnovare nomi esistenti durante operazioni di rebranding
  • Guidare percorsi di brand identity coinvolgendo visual designer, consulenti di web marketing e web designer

Alcuni progetti recenti

Ecco alcuni progetti di naming/payoff e brand identity che ho realizzato recentemente:

  • Piaggio Beverly, ideazione del claim “Ordinary Special” e della bodycopy per la campagna promo 2018, in coppia creativa con Circus Design
  • KoneMotus: naming brand + nomi gamma 4 prodotti (montascale Fluido, Vivace e miniascensori Armonico e Dinamico) in team con Nydia Cuevas, La Scribacchina
  • C come Children: nome, payoff e logo per Scuola Materna bilingue, in coppia creativa con Nydia Cuevas
  • Your Wedding Beauty Team: nome e payoff per servizio di hair & beauty presso location wedding prestigiose
  • Isonova: work in progress (gennaio 2019) per il lancio di un nuovo prodotto, in coppia creativa con Alessandra Suppo

Quanto costa?

Il costo di un servizio di naming e payoff dipende da molti elementi. La tariffa base per un servizio semplice o un sito web parte da 400 euro.

Per farti un preventivo preciso ho bisogno di chiederti qualche informazione. Contattami per capire se posso essere la consulente giusta per il tuo progetto.

Contattami »